In Svezia è  stata individuata e salvata da un incauto taglio una conifera vecchia di 8.000 anni. L’età della “vetusta signora” si conosce grazie ad un laboratorio di Miami che la ha stimata attraverso le sue radici e, a quanto pare, questo non è l’unico primato della pianta: attualmente infatti l’albero rappresenta il più antico organismo vivente che si conosca sul pianeta.

Alle nostre latitudini il primato spetta ad un olivo selvatico che osserva le “umane sventure” dall’alto dei suoi 15 metri e 3.000 anni d’età. E’ stato censito dal Corpo forestale dello Stato insieme ad altri 149 “preziosi alberi” del nostro paese. Dal 2008 gli alberi monumentali sono protetti dal Codice dei Beni Ambientali e Paesaggistici grazie al Ministero delle politiche agricole e forestali. L’ex ministro Paolo De Castro infatti ha ottenuto l’approvazione della norma da parte della Commissione ambiente del Senato. Lunga vita agli alberi italiani!

© Barbara Lomonaco