Vale de la Luna, Atacama Desert, Chile
Vale de la Luna, Atacama Desert, Chile

Gli Atacameños o Likan Antay sono gli antichi abitanti del deserto di Atacama in quello che oggi è territorio cileno. Originariamente cacciatori nomadi svilupparono nel corso dei secoli uno stile di vita sedentario supportato da raffinate tecniche agricole. Oggi di quel gruppo etnico originario restano circa 2000 persone che ancora abitato le comunità dell’area pur avendo perso l’uso della loro antica lingua, il Kunza.

Quando la National Forestry Corporation (Conaf) istituì la riserva nazionale di Los Flamencos imponendo dal 2000 ai visitatori il pagamento di una tariffa per l’accesso alla regione, gli abitanti di Toconao protestarono chiudendo la strada: rivendicavano maggiore equità nella distribuzione dei proventi provenienti dal turismo. Le contestazioni portarono a una revisione del progetto della Conaf e alla cogestione di quattro dei sette settori della riserva. Con il denaro così ottenuto i Likan Antay hanno sviluppato negli ultimi sei anni programmi di supporto ai disabili e agli anziani della loro comunità. L’impiego di personale locale ha consentito alla Conaf di sviluppare aree della riserva abbandonate o mal gestite fino a quel momento. E oggi 15 guide provenienti da Toconao accompagnano i turisti alla scoperta della loro terra ancestrale.

Il sentiero di Soncor si sviluppa lungo un percorso di circa 5 km attraverso i vasti paesaggi lunari del Salar de Atacama. Laghi e lagune si alternano a sculture di sale, frammenti rocciosi, e costruzioni di argilla circondate dal profilo delle Ande e dal maestoso vulcano Licancabur. Nel 2003 un gruppo di ricercatori paragonò i suoli di Marte a quelli dell’area utilizzata ancora oggi dalla Nasa per gli esperimenti sulle future missioni verso il pianeta.

http://southernconejourneys.com/
© Barbara Lomonaco. Pubblicato su La Nuova Ecologia