Mongolia Sunrise to Sunset
Mongolia Sunrise to Sunset

Di sicuro non è per tutti. La Sunrise to Sunset è una delle maratone più suggestive del pianeta. Si corre ogni anno attraverso l’Hovsgol National Park sulla distanza di 42 o 100 km sulle tracce del leggendario Gengis Khan, sovrano di quello che fu il più vasto impero della storia. Gli instancabili partecipanti sono attesi ad Ulaanbaatar, capitale della Mongolia, entro il 30 luglio per essere trasferiti 700 km più nordovest sul sito della competizione lungo le sponde del lago Hovsgol.

Si tratta di un immenso specchio d’acqua (2700 chilometri quadrati) “sorvegliato” dalle cime dei monti circostanti che raggiungono i 3000 metri, circondato da boschi di larici ed abeti. La gara si svolge quest’anno il 7 agosto ma qualche giorno in più è necessario per abituarsi all’altitudine del faticoso percorso che supera i 1600 metri. Numeri da record per partecipanti da record: negli annali della gara sono riportate le “gesta” un atletico settantaseienne che corse 76 chilometri, di un francese giunto fin lì in bicicletta attraverso il deserto dei Gobi dalla Francia, di un tedesco arrivato in moto dalla Germania.

Scopo dell’iniziativa è finanziare il progetto “zero litter policy” che implementa un sistema di smaltimento rifiuti sia attraverso la distribuzione di sacchi ecocompatibili e la raccolta differenziata, sia attraverso la formazione dei rangers del parco. Specifiche campagne informative sono invece studiate per mantenere il delicato equilibrio tra la conservazione e gli insediamenti umani: il parco è da sempre sede degli accampamenti, e fonte di risorse, per le popolazioni nomadi dell’area e il loro bestiame. E forse sarà perché conoscono il territorio o magari perché lo stile di vita nomade in moto perpetuo è più salutare di quello sedentario, ma i mongoli vincono sempre.

Info: http://ms2s.dk/
© Barbara Lomonaco, pubblicato su La Nuova Ecologia